Iscrizione del paziente nella lista degli assistiti a domicilio, in quanto l’equipe ADO/Cure palliative può valutare quel paziente non rispondente, al momento della richiesta di attivazione, ai criteri essenziali di attivazione del programma di assistenza domiciliare. L’attivazione si considera valida ed il programma ADO avrà inizio quando e se i criteri di ammissione saranno presenti.

Gestione lista di attesa attivazione (prima visita) ADO/Cure palliative

La priorità e l’urgenza della prima visita verrà concordata (anche telefonicamente) con il Medico di famiglia.

Gestione lista di attesa visite successive

I pazienti seguiti a domicilio sono numerosi e vivono in paesi diversi e spesso lontani tra loro; l’Assistenza Domiciliare Oncologica e Cure Palliative presta, infatti, la sua opera a Fabriano e dintorni, Cerreto d’Esi e dintorni, Sassoferrato e dintorni, Serra San Quirico e dintorni.

Pur cercando di vedere sempre i pazienti in assistenza, può purtroppo succedere di dover fare una ‘graduatoria’ dei pazienti da visitare dando la precedenza a chi sta meno bene. Possono anche accadere degli imprevisti. Per tali motivi possono passare alcuni giorni senza che il medico riesca a vedere tutti i suoi assistiti. Qualora non possa essere eseguita una visita già concordata sarà nostro compito avvisare l’interessato.

Nelle visite verrà sempre data la precedenza ai pazienti più bisognosi, tuttavia se un paziente dovesse peggiorare o sentirsi poco bene, telefonate al cellulare dell’Assistenza Domiciliare Oncologica/Cure Palliative (347.8220217) e si cercherà

Cos’è l’ADO/Cure palliative.

ADO significa Assistenza Domiciliare Oncologica.

È un servizio di assistenza a domiciho rivolto ai pazienti con patologia oncologica avanzata, e alle loro famiglie, avente lo scopo di offrire ai pazienti, momentaneamente impossibilitati a venire con facilità in ospedale, l’opportunità di essere seguiti a domiciho con tutti i vantaggi del restare nella propria abitazione.

Chi finanzia le attività dell’ADO/Cure palliative.

•   AOF (Associazione Oncologica Fabrianese) tramite donazione dei privati
(aziende) e dei cittadini fabrianesi.

•  Riceve anche un contributo parziale dall’ASUR Z.T.6 Fabriano.

L’equipe dell’ADO/Cure palliative: da chi è composta.

I medici che si occupano di ADO sono gli stessi oncologi che prestano sevizio presso la U.O. Oncologia Medica A rotazione ognuno di loro uscirà in assistenza domiciliare per un mese, così come ruoteranno le infermiere (le stesse che lavorano presso l’U.O. Oncologia) e le psicologhe (che prestano servizio anche presso l’U.O. Oncologia Medica e l’Hospice della Z.T.6), le quali si alterneranno ogni tre mesi.

Cosa fa l’ADO/Cure palliative

Cosa NON fa l’ADO/Cure palliative

L’Assistenza Domiciliare Oncologica/Cure palliative non opera in emergenza

pertanto per qualsiasi problema improvviso e grave contattare il medico curante e,

in alternativa, il 118 e usufruire del Pronto Soccorso.

Il servizio di ADO/Cure palliative è attivo dal lunedì al sabato, dalle 900 alle 14.00.

Le visite domicihari si svolgono solamente nella mattinata. Dopo le ore 14.00 non

possono essere eseguite prestazioni a domiciho; è però presente un consulente

medico telefonico dalle ore 14.00 alle ore 19.00.

L’Assistenza Domiciliare Oncologica/Cure palliative non è un distributore di

farmaci, sarà il vostro Medico curante a prescrivere i farmaci necessari, solamente

in caso di effettiva difficoltà a recarsi nel suo studio, sarà l’oncologo a compilare

l’impegnativa richiesta con la quale potrete andare in farmacia.

Cosa fare se…

Una volta attivato l’ADO mediante il proprio Medico Curante (previa valutazione del

caso da parte dell’equipe ADO come sarà illustrato meglio più avanti), per qualsiasi

comunicazione contattare il medico che è di turno a domiciho tramite il numero

telefonico: 347.8220217. Questo è un cellulare che il medico porta sempre con sé

ed è acceso dalle 9-00 alle 19.00.

Se, e solo se, per qualche motivo il suddetto numero non fosse raggiungibile

potrete chiamare allo 0732.707444 (studio medici oncologi Assistenza Domiciliare

Oncologica/Cure palliative).

Se c’è un urgenza contattare il proprio medico curante e il 118. Si dovrà usufruire

del Pronto Soccorso ed eventualmente del 118 anche nei giorni festivi. L’ADO in

quei giorni non fornisce il servizio.

Come si attiva l' ADO?

11 Medico curante del paziente, dopo opportuna valutazione della situazione fisica e psicosociale del proprio assistito, si occuperà di attivare l’Assistenza Domiciliare Oncologica/Cure palliative tramite una semplice richiesta su ricettario “bianco” che dovrà pervenire all’Unità Operativa di Oncologia Medica. Una volta richiesto formalmente l’intervento da parte del proprio Medico curante, l’oncologo di turno insieme all’infermiera e alla psicologa andrà a domiciho, il prima possibile, per eseguire la prima visita. Il medico visiterà il paziente; se il paziente risponde ai criteri per l’accesso al programma ADO, il medico imposterà la terapia necessaria ed adeguata, eseguirà eventuah esami e compilerà una cartella clinica, che resterà a domiciho del paziente e a disposizione del medico curante,

in cui annoterà, ogni volta che vedrà il paziente, il suo stato di salute e le terapie in atto.

Come si attiva il servizio di Psicologia?

•   Il servizio di psicologia è rivolto ai pazienti e/o ai loro familiari.

Gh psicologi, a turno, accompagnano sempre l’oncologo e l’infermiera.

Sarà il paziente stesso, o i suoi familiari, a fare richiesta di sostegno psicologico

direttamente allo psicologo in turno.

Come si attivano i Volontari?

Per richiedere il volontario a domiciho basta comunicare tale necessità agli psicologi, il quah si occuperanno di contattare i volontari disponibih. Una volta contattati, questi verranno accompagnati dallo psicologo a domiciho del paziente per una reciproca conoscenza, dopodiché, insieme, si decideranno giorni e orario di servizio. I volontari possono solamente fare compagnia al paziente, sono assolutamente vietate mansioni infermieristiche (mettere o togliere flebo, medicare etc).

Criteri di ammissione programma ADO/Cure palliative

•  disagio ad accedere alle strutture sanitarie per motivi clinici, sociali, geografici.
L’attivazione del servizio ADO tramite Medico curante non imphca l’automatica

iscrizione del paziente nella lista degli assistiti a domiciho, in quanto l’equipe ADO/Cure palliative può valutare quel paziente non rispondente, al momento della richiesta di attivazione, ai criteri essenziali di attivazione del programma di assistenza domicihare. L’attivazione si considera vahda ed il programma ADO avrà inizio quando e se i criteri di ammissione saranno presenti.

Gestione lista di attesa attivazione (prima visita) ADO/Cure palliative

La priorità e l’urgenza della prima visita verrà concordata (anche telefonicamente) con il Medico di famiglia.

Gestione lista di attesa visite successive

I pazienti seguiti a domiciho sono numerosi e vivono in paesi diversi e spesso lontani tra loro; l’Assistenza Domicihare Oncologica e Cure Palliative presta, infatti, la sua opera a Fabriano e dintorni, Cerreto d’Esi e dintorni, Sassoferrato e dintorni, Serra San Quirico e dintorni.

Pur cercando di vedere sempre i pazienti in assistenza, può purtroppo succedere di dover fare una ‘graduatoria’ dei pazienti da visitare dando la precedenza a chi sta meno bene. Possono anche accadere degli imprevisti. Per tali motivi possono passare alcuni giorni senza che il medico riesca a vedere tutti i suoi assistiti. Qualora non possa essere eseguita una visita già concordata sarà nostro compito avvisare l’interessato.

Nelle visite verrà sempre data la precedenza ai pazienti più bisognosi, tuttavia se un paziente dovesse peggiorare o sentirsi poco bene, telefonate al cellulare dell’Assistenza Domicihare Oncologica/Cure Palliative (347.8220217) e si cercherà

di effettuare la visita il prima possibile.

Se il paziente, pur avendo attivato l’Assistenza Domicihare Oncologica/Cure paUiative in un momento particolarmente difficile, mighora e riacquista una propria autonomia tanto da potersi recare in ospedale, si considera momentaneamente sospeso il servizio a domiciho. Sarà immediatamente riattivato, senza particolari procedure, con una semplice telefonata, se e quando la situazione si modifica. Questo permette agli oncologi di potersi dedicare con più calma ai pazienti più gravi.

Certi che comprenderete la difficoltà, spesso pratica e organizzativa, del servizio che vi offriamo, legata alla tipologia e alla delicatezza che la situazione del paziente spesso richiede, vi chiediamo collaborazione e anche pazienza affinché tutti i nostri pazienti possano da noi ricevere il migliore servizio possibile.

Il Responsabile ADO/Cure paUiative Dott. Luciano Giuliodori