La dottoressa Berardi, della medesima Clinica, è stata nominata Esperto Valutatore presso la Commissione Europea dei progetti in ambito oncologico

La Clinica di Oncologia Medica si èappena aggiudicata un finanziamento di oltre 200.000 € all’anno per tre anni dall’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca Contro il Cancro) per il progetto “Sviluppo di terapie antitumorali efficaci che agiscono sulle cellule staminali tumorali”, finanziato attraverso il bando “AIRC 5 x 1000”.

Il progetto verrà realizzato in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità e con altri centri tra cui l’Istituto Regina Elena e le Università “La Sapienza” e “Tor Vergata”di Roma. Del progetto in Ancona è responsabile il professor Stefano Cascinu, direttore della Clinica di Oncologia Medica.
“Evidenze sempre maggiori dimostrano che la capacità di una neoplasia di crescere e diffondersi dipende da un piccolo gruppo di cellule tumorali chiamate cellule staminali tumorali – dice il professor Cascinu. – Tali cellule rappresentano meno del 5% di tutte le cellule tumorali in una neoplasia, ma possono rappresentare elementi chiave nella progressione tumorale. Le cellule staminali proliferano lentamente, per cui sono meno colpite dai farmaci chemioterapici che notoriamente agiscono principalmente sulle cellule che sono in attiva proliferazione. Inoltre, tendono a essere più resistenti agli agenti chemioterapici rispetto alla cellule mature dello stesso tessuto. Infine, gli eventi che regolano il rinnovamento della popolazione di cellule staminali normali diviene sregolata nelle neoplasie determinando così l’espansione delle popolazioni cellulari proliferanti. Pertanto è importante conoscere maggiormente le cellule staminali tumorali anche al fine di utilizzarle come target di una efficace terapia antitumorale.

La Clinica di Oncologia Medica è protagonista anche in Europa nel processo decisionale inerente alle ricerche da intraprendere in futuro. La dottoressa Rossana Berardi, ricercatrice Universitaria presso la suddetta Clinica, è stata infatti nominata Esperto Valutatore (Expert Evaluator) presso la Commissione Europea dei progetti in ambito oncologico che concorrono al finanziamento di 6 milioni di Euro ciascuno previsti dal bando del 7° Programma Quadro.

La dottoressa Berardi è l’unica italiana, tra esponenti delle maggiori Istituzioni Scientifiche Internazionali, a essere stata selezionata per questo ruolo di responsabilità e al tempo stesso di riconoscimento.

“Partecipare alla selezione dei progetti multidisciplinari presentati alla Commissione Europea dalle principali Istituzioni di Ricerca internazionali ci consente di contribuire in prima persona a definire le aree di maggiore interesse per la ricerca oncologica in cui nei prossimi anni potranno essere evidenti importanti progressi di cui potranno beneficiare i nostri pazienti”, sottolinea la dottoressa Berardi.

http://www.univpm.it/Entra/Engine/RAServePG.php/P/710510010400